PATTO EDUCATIVO

 

FLORENTIA logo small    Patto educativo di corresponsabilità     Logo fir

 

Il Florentia Rugby  vuole offrire uno strumento nuovo nel panorama delle società sportive, mutuato dall'esperienza scolastica,  un insieme di intenti e comportamenti per  provare a creare, attraverso l'attività sportiva, percorsi formativi che mirano ad avviare il giovane a diventare maturo e responsabile dal punto di vista umano e civico, e ben preparato ad affrontare le sfide sportive e della vita.

Questo strumento è pensato anche per gli adulti e per tutte le persone che decidono di far parte del  Florentia, perchè solo attraverso un percorso virtuoso di comportamenti si può offrire un esempio positivo.


La nostra Società è un ambiente educativo dove impariamo a convivere con la speranza di contribuire tutti a  proiettare verso traguardi sportivi i ragazzi, ma soprattutto a creare quel senso di “appartenenza” che permette a piccole realtà come la nostra di andare avanti e contribuire alla crescita complessiva.


La condivisione ed il rispetto delle regole del vivere e del convivere sono fondamentali ed irrinunciabili. Il rugby non è solo uno sport ma un meraviglioso modello di vita, le squadre sono organizzate in schemi rigidi, ruoli e compiti precisi, il tutto per competersi lo strumento più anarchico mai inventato: la palla ovale.

Il patto non vuole essere un regolamento, ma un'assuzione responsabile di tutte le componenti, nel provare a migliorarsi, in tale ottica qui sotto troverete una serie di impegni.



I componenti del consiglio ed il Presidente s'impegnano:

  • a tenere in tutti gli ambiti pubblici un comportamento educato e consono al ruolo che ricoprono.
  • rendere pubbliche tutte le decisioni prese in sede di consiglio nel rispetto del mandato ricevuto e dei principi fondamentali della Società Florentia Rugby.
  • creare un clima di serenità e di cooperazione tra tutti i tesserati
  • fornire spiegazioni dettagliate sulle decisione prese a tutte le componenti (tecnici, accompagnatori, genitori, atleti).
  • impegnarsi ad organizzare occasioni di incontro per raccogliere critiche, suggerimenti e proposte.

 


La famiglia si impegna a:

  • prendere visione del patto educativo della Società e rispettarlo.
  • accompagnare i propri figli ad allenamenti e partite e consegnarli agli allenatori ed accompagnatori, senza interferire nelle decisioni tecniche (anche dall'esterno del campo)
  • trasmettere ai figli il valore del rispetto dei compagni, degli adulti, dell'arbitro e degli avversari.
  • partecipare alle attività della società e all'organizzazione dei concentramenti, ognuno nei limiti delle proprie disponibilità e capacità.
  • partecipare alle riunioni e alle attività proposte dal Consiglio;
  • instaurare un dialogo costruttivo con gli allenatori, rispettandone ruolo e decisioni.
  • aiutare allenatori ed accompagnatori nel riprendere i propri figli nel caso di comportamenti violenti o di maleducazione
  • limitare la presenza negli spogliatoi (eccetto mini rugby fino under 8), anche il cambiarsi e farsi la doccia da soli aiuta ad accrescere l'autonomia del bambino.

 

L'allenatore si impegna a :

  • usare un linguaggio e assumere comportamenti idonei al ruolo educativo fondamentale che ricopre.
  • presentarsi al campo di gioco in anticipo rispetto agli atleti in modo da garantire sempre la presenza di un adulto.
  • rispettare le persone, le regole, gli impegni, le strutture, gli orari.
  • ascoltare con attenzione i bisogni dei giocatori pretendendo rispetto e disciplina.
  • mantenere una correttezza di comportamento in tutte le occasioni in modo da fornire un esempio sempre positivo ai ragazzi;
  • accogliere e riconsegnare i bambini ai genitori, aiutato dall'accompagnatore;
  • dimostrare lealtà nei rapporti con il Consiglio, con gli atleti e con i genitori;
  • confrontarsi con il responsabile tecnico per risolvere eventuali problemi o risolvere situazioni di disagio, il tutto in un rapporto trasparente e leale.

 

 

 

L'accompagnatore si impegna a:

 

  • usare un linguaggio e assumere comportamenti idonei al ruolo educativo che ricopre.
  • presentarsi al campo di gioco per le partite in anticipo rispetto agli atleti in modo da garantire la presenza di un adulto sempre.
  • rispettare le persone, le regole, gli impegni, le strutture, gli orari.
  • aiutare l'allenatore nell'organizzare le attività di supporto, comunicazioni con famiglie ed atleti, telefonate, partecipazione ai tornei, ecc...
  • aiutare l'allenatore nel controllo di tutto ciò che avviene negli spogliatoi ed in campo.

 

Il giocatore s'impegna a:

 

  • usare un linguaggio appropiato e mantenere in tutte le occasioni un comportamento educato e rispettoso di compagni, allenatori, avversari, spettatori.
  • presentarsi al campo di gioco con la massima puntualità sia per allenamenti che partite., con tutto il materiale necessario all'attività sportiva.
  • rispettare le persone, le regole, gli impegni, le strutture, gli orari.
  • In caso di problemi legati all'attività sportiva avere sempre un rapporto sincero e diretto con l'allenatore ed il responsabile tecnico.
  • Aiutare i compagni in difficoltà, in una squadra il problema di uno è il problema di tutti.

Il Florentia Rugby non è solo una società sportiva, ma è il risultato del lavoro, della volontà e dell'impegno di tante persone che hanno dedicato e ancor oggi dedicano il loro tempo per migliorare il futuro dei giovani; buon lavoro a tutti.

 

 


IL CONSIGLIO DEL FLORENTIA RUGBY


                                                                         

logo