ARTICOLI UNDER 16

U16flogranducato

In questa domenica, al rientro dopo la sosta delle vacanze pasquali, la squadra del Florentita U16 gioca, ospite degli impianti sportivi dei Puma, l'ultima partita di campionato contro I Ghibellini.

Durante la sosta i ragazzi si sono allentati per poter concludere in bellezza il campionato, il loro tabellino di marcia segna tanti punti e tante vittorie ed anche se sulla carta, questa di oggi, non sembra una partita particolarmente difficile, la concentrazione deve essere al massimo e nessun avversario va sottovalutato.

Invece sulle gradinate, lo spirito goliardico dei sostenitori, la fa da padrone si ride si scherza e soprattutto si spera di poter per festeggiare un'altra vittoria di questo bel gruppo di ragazzi.

Passate le 11.30 le squadre sono pronte a bordo campo, il capitano dei biancoviola entra in campo tenendo in braccio il piccolo Niccolò, suo fratello, che quest'anno è sempre stato presente sugli spalti a tifare per il Florentia e oggi né Niccolò, né i numerosi sostenitori dei gigliati possono essere delusi.

 

La partita inizia e fin dai minuti preliminari sono i padroni di casa a prendere il sopravvento, impostano subito azioni pericolose, guadagnano metri preziosi e insistono senza lasciare respirare l'avversario, così la loro tenacia viene premiata mettendo a segno la prima meta senza però trasformare il seguente piazzato.

Si riprende il gioco ed il Florentia non molla, sono ancora i nostri che riescono a bucare con grande facilità la difesa avversaria, i giocatori rivali cercano di opporre resistenza, di ostacolare il gioco dei fiorentini, ma ogni loro sforzo risulta inutile perchè è ancora la squadra di casa a segnare ed anche se non trasforma il calcio piazzato, questi punti di vantaggio gli permettono di giocare con maggior sicurezza.

Sicurezza, che fa prendere la supremazia del campo con il trascorrere del tempo, il gioco del Florentia è sempre superiore in qualità e capacità organizzativa a quello degli avversari, ben presto arriva la terza meta, questa volta trasformata, i Ghibellini si oppongono con ogni loro sforzo, ma non riescono a organizzare un gioco difensivo che possa contrastare quello dirompente del Florentia, va anche detto che i Ghibellini hanno schierato una squadra ridotta e con qualche giocatore non proprio al meglio, hanno messo in campo grinta e volontà di non arrendersi, ma queste grandi qualità non sono state sufficienti a contrastare la determinazione dei biancoviola che hanno continuato il loro gioco sprizzante per tutto il tempo, andando in meta altre volte, trasformando quasi tutti i seguenti piazzati.

 

Al rientro in campo la squadra di casa risulta ampiamente modificata, gli allenatori hanno fatto numerose sostituzioni ed il nuovo schieramento ha inevitabilmente portato i giocatori a dover trovare nuovi equilibri, che hanno un po faticato a raggiungere; ciò ha permesso agli avversari di poter arrivare in meta, non trasformata, ma capace di dare loro fiducia e coraggio.

Ma subito sul calcio di ripresa del gioco il Florentia recupera la palla e va immediatamente a segnare un'altra meta Florentia.

I Ghibellini non si arrendono e continuano ad attaccare fino a quando caparbiamente riuscendo ancora una volta a mettere la palla tra i pali.

Nonostante questo guizzo di intraprendenza e di coraggio nel primo scorcio del secondo tempo, la partita ritorna nelle mani dei fiorentini che sopraffanno di nuovo gli avversari, i quali per stanchezza, fatica, sforzo sono ormai indeboliti ed incapaci di fare una vera resistenza, ma entrambe le squadre continuano a giocare con impegno e rispetto reciproco fino allo scadere del tempo che segna il risultato di 52 a 12.

 

Mentre i Ghibellini escono dal campo sconfitti, ma consapevoli di aver guadagnato il rispetto degli avversari e degli spettatori sulle gradinate, i giocatori del Florentia si abbracciano in cerchio attorno agli allenatori, ascoltano le loro parole in silenzio, poi quando sciolgono la morsa che li univa vengono bagnati dallo spumante spruzzato dalle bottiglie stappate dagli allenatori ........ partono i festeggiamenti: i fumogeni bianco-viola invadono le gradinate ed i ragazzi dal campo ringraziano intonando l'inno della vittoria!!!!

La festa per il risultato ottenuto in questa seconda fase si è conclusa con una bella torta servita dall'allenatore, che ora ha un'altra missione da compiere: far continuare il sogno di questi ragazzi fino a giugno.

Ora due settimane di pausa prima dell’inizio della fase Interregionale

SEMPRE HALA FLORENTIA !!!!!!

logo