ARTICOLI UNDER 16

Search Our Site

055 7879358 da Lun al Ven: 17,30 - 20,00

U16 030319

 

Dopo una domenica di riposo, la categoria U16, ospitata negli impianti sportivi dei Puma a San Donnino, oggi si scontra con il Lucca Rugby.

Con un sole primaverile, che riscalda i numerosi tifosi sulle gradinate, alle 11 l'arbitro ha fischiato l'inizio della partita.

 

Fin dai primi minuti si è visto che il Florentia non riusciva ad esprimere un buon gioco, anzi subiva quello degli avversari, molto fisici e ben organizzati mentre i nostri sembravano non capire come affrontarli e, anche se opponevano resistenza, non si sbloccavano e non guadagnavano neppure un metro di campo; questa incapacità di ordinare le idee ha portato gli avversari a segnare la prima meta che è stata anche trasformata.

Anche quando il gioco riprende dalla metà campo, ancora il Florentia appare remissivo, non affonda, non si schiera come dovrebbe, ogni azione risulta priva di efficacia, i lucchesi riescono ad imporsi e ritornano prepotentemente all'attacco segnando ancora una meta, questa volta non trasformata.

I tifosi lucchesi si sono sgolati e spellati le mani per incitare ed applaudire i loro giocatori, al contrario di quelli fiorentini ammutoliti: la nostra squadra non giocava, il Lucca aveva la meglio sul Florentia semplicemente perchè il Florentia non pensava, non attaccava, li aspettava nella propria metà campo e permetteva loro di avanzare senza fare una vera opposizione, ed i tifosi del Florentia in cuor loro hanno pensato che comunque ancora c'era molto tempo e le cose potevano cambiare.

Forse anche i giocatori hanno avuto gli stessi pensieri perchè sul 12 a 0 i ragazzi del Florentia si sono accorti che qualcosa non funzionava, avevano davanti degli avversari alla loro portata; forse hanno pensato che se giocavano e pensavano come sanno fare, qualcosa poteva cambiare; forse hanno pensato che se continuavano cosi questa partita l'avrebbero persa e persa male ..... forse si sono semplicemente guardati negli occhi ed hanno deciso di “entrare in partita”, infatti con una bellissima azione corale il Florentia ha messo a segno la prima meta poi trasformata, era quello di cui i fiorentini avevano bisogno un'iniezione di fiducia che ha dato loro coraggio e ha cominciato a far traballare la sicurezza dei lucchesi, ed anche se il primo tempo si chiudeva sul 7 a 12, il Florentia aveva messo in campo una bella reazione che faceva ben sperare per il secondo tempo.

 

All'inizio della ripresa alcuni giocatori sono stati sostituiti, ma subito si è capito che la voglia di riscatto vista nei minuti finali del primo tempo non si era affievolita, anzi quasi subito è arrivata la seconda meta e con il calcio di trasformazione il Florentia è passato in vantaggio, gli avversari a questo punto hanno subito il gioco dei padroni di casa, non hanno avuto la capacità di reagire ed il Florentia implacabile non ha lasciato loro scampo.

Nel secondo tempo si è visto una partita completamente diversa dove il Florentia è stato capace di esprimere un buon gioco, è riuscito ad imporre il proprio ritmo, si è dimostrato abile nel lottare per la conquista di ogni pallone per guadagnare terreno ed è stato questo atteggiamento che ha portato i biancoviola a segnare un'altra meta e con la trasformazione del seguente calcio hanno incrementato il vantaggio sugli avversari.

Consapevoli delle proprie capacità e della forza del gruppo, il Florentia ha continuato con il suo gioco, contro un avversario frastornato ed incapace di contrattaccare: e questa volta era merito del Florentia che non lasciava loro il tempo di pensare e organizzarsi.

La squadra viola ha ingranato la quarta e con delle belle azioni è riuscita a fare ancora altre tre mete tutte trasformate fissando il risultato finale sul 42 a 12.

 

Questa domenica primaverile ci ha regalato un'altalena di emozioni, che alla fine sono sfociate nell'esplosione di gioia del canto vittorioso intonato dai ragazzi mentre uscivano dal campo e che non hanno potuto fare a meno di postarlo sui social per condividere la loro felicità.

logo